Le agevolazioni del canone Telecom

La riduzione del canone, applicata in passato solo agli utenti a "basso traffico", é concessa se nell'abitazione vive una persona titolare di pensione d'invalidità civile o di pensione sociale, o una persona oltre i 75 anni d'età, oppure se il capofamiglia è disoccupato
e se l'ISEE relativo al nucleo familiare d'appartenenza non supera i 6.713,96 Euro annui (tutti e due i requisiti sono richiesti). Per ottenere l'agevolazione è necessario compilare l'apposito modulo di richiesta (disponibile anche all'indirizzo www.187.it e inviarlo a mezzo raccomandata rr. Alla domanda va allegato l'attestato ISEE rilasciato dai CAF, dagli uffici comunali o dalle sedi territoriali dell'INPS.
I nuclei familiari in cui vi sia un componente sordomuto che utilizzi il relativo dispositivo telefonico possono richiedere l'esenzione totale dal pagamento del canone mensile di abbonamento.
Il calcolo dell'ISEE (indicatore situazione economica equivalente o "riccometro") non è dei più semplici; esso considera tanto la situazione reddituale quanto quella patrimoniale di una famiglia. Nella determinazione del reddito familiare rientrano tutti i redditi denunciati ai fini IRPEF nell'ultima dichiarazione, nonché i redditi derivanti da attività finanziarie calcolati applicando il tasso d'interesse medio dei buoni del Tesoro decennali. Per le spese di affitto possono essere detratti fino a 5.164,57 Euro.
Il patrimonio immobiliare è costituito dal valore degli immobili utilizzato per il calcolo dell'ICI, da cui possono essere detratti gli importi del debito residuo di eventuali mutui o, qualora ciò sia più conveniente per il nucleo familiare, un importo forfettario pari a 51.645,69 Euro. Questa franchigia si applica in alternativa a quella relativa all'affitto.
Il patrimonio mobiliare è costituito dalle voci finanziarie in senso stretto (depositi bancari, libretti di risparmio, depositi postali, titoli di credito, obbligazioni, azioni, prodotti finanziari, polizze vita), dalla partecipazione a società non quotate in Borsa e da altri beni patrimoniali individuali. Il giorno di riferimento per i calcoli è il 31 dicembre scorso. È inoltre prevista una franchigia pari a 15.493,71 Euro.

Scala di equivalenza

Numero dei componenti del nucleo. Parametro

  1. 1,00
  2. 1,57
  3. 2,04
  4. 2,46
  5. 2,85

Per ogni ulteriore componente del nucleo familiare è prevista una maggiorazione pari a 0,35. Se nell'abitazione vive un solo genitore con un figlio minorenne, la maggiorazione è pari a 0,20; a 0,5 per le persone disabili o con invalidità superiore al 66%; a 0,2 per nuclei familiari con figli minorenni e qualora entrambi i genitori lavorino almeno sei mesi all'anno. Tale maggiorazione si applica anche ai nuclei familiari composti solo da figli minorenni e da un genitore occupato.

Fanno parte del nucleo familiare tutti i componenti registrati nello stato di famiglia nonché gli ulteriori soggetti fiscali a carico. Per situazioni particolari ci sono delle eccezioni.

Il giudizio del Centro Tutela Consumatori Utenti

Il CTCU non condivide la decisione dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, poiché cancella la possibilità di una riduzione del canone mensile di abbonamento riservata una volta agli utenti a basso traffico (fino a ca. 100 unità al bimestre). Le intenzioni dell'Autorità erano senza dubbio apprezzabili, tuttavia la delibera che ne è seguita ha avuto riflessi negativi per molti utenti, soprattutto per le persone anziane che, pur non percependo una pensione sociale, hanno bisogno del telefono, anche se lo usano con parsimonia. A nostro avviso, tali disposizioni avrebbero potuto conciliarsi con quelle precedenti, invece di escluderle.