Azioni della Cassa di Risparmio di Bolzano: ultima chiamata per gli azionisti

L'azione ha perso il 70% del valore ed è quasi invendibile

 

Da qualche settimana è possibile la compravendita di azioni della Cassa di Risparmio di Bolzano sulla cd. piattaforma HiMTF. Per molti azionisti della Banca si era riaccesa la speranza che con ciò l'azione potesse essere più facilmente vendibile. Ma le prime settimane di scambi mostrano che le compravendite faticano a decollare. L'azione viene offerta ad un prezzo di 9,76 euro. Va sottolineato che il prezzo di emissione nel 2008 era quasi quattro volte superiore. Ciononostante pare che non si trovino, almeno per ora, acquirenti delle azioni. Gli azionisti devono mettere in conto una riduzione del 70% del valore per avere almeno una piccola chance di poter vendere le proprie azioni. Ma anche ad un prezzo pressoché ai minimi storici, al momento non paiono esserci, come detto, compratori interessati. Anche per queste difficoltà un centinaio di piccoli azionisti ha deciso di promuovere un'azione legale alla Cassa di Risparmio.

 

L'eventuale, futuro esito positivo dell'azione potrà però aprire possibilità risarcitorie solo per coloro che abbiano presentato un reclamo alla Banca entro febbraio 2018. A marzo, infatti, si prescrive ogni diritto di risarcimento nei confronti della banca in relazione all'aumento di capitale del 2008. Gli interessati che ad oggi non hanno presentato alcun reclamo devono pertanto assolutamente attivarsi nelle prossime settimane, per interrompere il termine di prescrizione e prorogare i propri diritti di ulteriori 10 anni. Con tale reclamo si deve anche richiedere la documentazione contrattuale, che serve per poter valutare il singolo caso.

 

Il servizio di consulenza dedicato per le perdite finanziarie del CTCU è a disposizione per la valutazione dei singoli casi. Affrettatevi!

like-512_0.png

like-512_0.png

Top