Internet e computer

Novità

07.03.2017
07.03.2017

L'Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato ha esteso il proprio procedimento relativo alla criptomoneta OneCoin alle due società Onelife Network Ltd ed Easy Life Srl. In seguito, ha disposto lo stop cautelare per la promozione in Italia della criptomoneta anche per la Onelife Network Ltd. Easy Life ha invece comunicato di aver cessato la pratica.

Dalle informazioni acquisite presso l'AGCM risulterebbe, infatti, che le due società partecipassero alla promozione degli OneCoin e dei pacchetti di formazione collegati alla moneta.

L'AGCM aveva avviato un procedimento contro la One Network Services Ltd e tre persone fisiche in qualità di “registrar” di domini (onecoinsuedtirol.it, onecoinitaliaofficial.it e onecoinitalia.com, cfr. www.agcm.it), e aveva disposto per l'Italia uno stop cautelare delle attività legate alla criptomoneta.

La maggior parte dei guadagni, secondo l'AGCM, non si otterrebbe infatti dalla vendita della moneta virtuale OneCoin, ma dalle quote che i consumatori devono pagare per entrare nel sistema. Gli stessi consumatori, per realizzare a loro volta dei guadagni, dovrebbero poi trovare ulteriori persone disposte ad entrare nel sistema pagando le quote.

Questo modus operandi sembra essere tipico di un sistema piramidale. Nell'acquisizione degli elementi che hanno portato all'ampliamento del provvedimento l'AGCM si è avvalsa della collaborazione del nucleo Antitrust della Guardia di Finanza.

17.06.2015
17.06.2015

CTCU: sia la Provincia a gestire la rete in fibra ottica


Il Centro Tutela Consumatori Utenti è del parere che un'infrastruttura così importante come la rete in fibra ottica debba essere in mano pubblica. La Giunta Provinciale viene sostenuta in questo suo intento. Anche perché una buona parte della rete si trova già in mano di enti pubblici tramite partecipazioni azionarie. La proprietà pubblica deve, infatti, rendere conto nell'interesse pubblico, in modo tale da garantire che l'allacciamento alla banda larga sia accessibile a tutti e sia offerto con servizi efficienti. Internet veloce è a tutti gli effetti la “strada” del futuro. Anche l'amministrazione delle strade è della Provincia Autonoma.

“Per uno sviluppo economico e sociale dell'Alto Adige orientato al futuro, le reti in fibra ottica costituiscono un importante fattore di localizzazione, non solo per le imprese, ma anche per i cittadini” commentano Walther Andreaus, direttore del CTCU ed Agostino Accarrino, presidente del CTCU.

Poco tempo fa il CTCU ha eseguito una rilevazione in questo ambito ed il risultato è stato che in Alto Adige l'internet veloce resta ancora un miraggio. I collegamenti sono lenti e costano molto. La banda larga deve essere estesa a tutti, e questo deve avvenire in tempi brevi e rispettando i più recenti standard tecnici.

Anche i Comprensori ed i Comuni strutturalmente deboli, in cui l'ampliamento della rete non porterebbe vantaggi economici oppure potrebbe essere troppo dispendioso, non devono essere lasciati indietro, né essere collegati a velocità ridotte oppure applicando prezzi sensibilmente maggiori all'utenza.

Foglio informativo

Al giorno d'oggi saper usare il computer è indispensabile nel mondo del lavoro e spesso anche nella vita privata. Molti di coloro che hanno frequentato la scuola quando l'informatica non era ancora una materia di studio cercano adesso di colmare questa lacuna iscrivendosi a un corso di computer. In effetti non c'è che l'imbarazzo della scelta. Il problema, caso mai, è evitare quegli offerenti che puntano ai facili guadagni senza preoccuparsi di garantire una controprestazione all'altezza.

Bambini e adolescenti crescono al giorno d’oggi insieme ad internet e sono per questo in parte molto più abili ed esperti degli adulti.
Nonostante ciò, quando si tratta però di stipulare dei contratti online e di dare consensi, sono spesso troppo precipitosi, esattamente come i consumatori maggiorenni.
Siccome in molti casi i genitori sono sorpresi dai costi di questi shopping-tour virtuali, è certamente importante essere informati in anticipo relativamente alle condizioni legali degli acquisti da parte di minorenni, in generale ed in quelli online.

 

like-512_0.png

like-512_0.png

Top