Causa Pilota: Dolomit

La causa pilota per il Fondo Dolomit sta procedendo avanti al Tribunale di Bolzano


In data 5/6/2015 il Giudice del Tribunale di Bolzano Dott. Simon Tschager ha deciso di ammettere degli importanti mezzi istruttori nella causa pilota promossa da 4 risparmiatori contro la Cassa di Risparmio di Bolzano per il collocamento del Fondo Dolomit.

I Testi che saranno sentiti dal Giudice all’udienza del 18/11/2015 dovranno riferire tra l’altro, sui seguenti punti:

  • 1) Se il personale della Cassa di Risparmio di Bolzano ha specificato che la vendita delle quote del Fondo Dolomit prima della sua naturale scadenza avrebbe comportato la possibilità di rilevanti perdite del capitale investito.
  • 2) Se il personale della Cassa di Risparmio di Bolzano ha specificato che per la intera durata dell’investimento in quote del Fondo Dolomit il prezzo delle stesse avrebbe potuto subire forti e frequenti oscillazioni.
  • 3) Se il personale della Cassa ha comunicato agli investitori che l’investimento in quote del Fondo Dolomit avrebbe presentato un rendimento del 4- 4,5%.
  • 4) Se il personale della Cassa di Bolzano ha comunicato gli specifici profili di inadeguatezza dell’investimento in quote del Fondo Dolomit.

Questi sono solamente 4 delle ben 16 domande cui i testi dovranno rispondere. I testimoni indicati dai risparmiatori sono oltre 20. Dopo L’escussione dei testi il Giudice si è riservato di disporre consulenza tecnica su ben 5 punti proposti dai risparmiatori e sui quesiti proposti dalla Cassa.

Secondo il calendario di udienza predisposto dal Giudice la causa, sentiti i numerosi testi ed espletata la consulenza tecnica, si potrebbe concludere alla fine del 2017 o nel corso del 2018. Secondo Il Centro Tutela Consumatori Utenti, che insieme all’avv. Cerniglia segue i risparmiatori, il provvedimento del Tribunale dimostra chiaramente che l’autorità giudiziaria intende esaminare con il dovuto scrupolo e completezza l’annosa questione del Fondo Dolomit che ha procurato danni per quasi il 40% ai risparmiatori. Il Centro Tutela Consumatori, spera, tuttavia, che la Cassa voglia impostare una soluzione transattiva della questione che ormai coinvolge numerosissimi risparmiatori Altoatesini.